Etereo Design
ITA - ENG

Mirko Sala Tenna

Ho aperto gli occhi per la prima volta l’anno in cui l’Italia si è connessa a Internet. Ho respirato aria fresca per tutta l’adoloescenza e ho capito quanto fosse bello vivere in un piccolissimo paese in una valle prealpina italiana, immersa nella natura, quella vera, potente, che tanto dona al fisico e tanto insegna allo spirito dell’uomo. Ho costruito con legni e pietre, dighe e rifugi, giocando con le materie che questo fantastico mondo ci ha donato. Ho presto capito che il resto del mondo andava scoperto, costruendoci sopra solamente cose belle.

Stefania Digregorio

Ancora prima di saperlo già lo facevo, mi agitavo nel grembo materno, al ritmo del battito del cuore e del respiro di mia madre. Da grande avrei fatto la ballerina... forse. L’equilibrio della vita però, mi ha proiettato in un contesto, di una florida realtà produttiva, fatta di arditi artigiani falegnami, dalle intagliate esperienze con cui hanno conquistato me e il mondo nel settore dell’arredo. Respiravo l’aria delle botteghe della verde brianza. Con estrema delicata leggerezza, pensavo al magico connubio tra la danza e l’architettura, due mondi così distanti, per dinamicità dell’uno e fisicità dell’altro. Ho pensato di unirli, in una unica briosa realtà, elettrizzante e tutta da esplorare per riempire gli occhi di chi sa osservare. Finalmente Etereo.